Una storia triste

La storia che ti sto per raccontare tratta di un ragazzo che affidandosi alle persone sbagliate si è trovato in un mare di guai, ATTENZIONE che nella stessa situazione ci potresti finire TU.

0
337

Alberto era un ragazzo che aveva un lavoro molto appagante, un piccolo supermercato ereditato dai genitori che gli garantiva uno stile di vita al di sopra della media; l’attività era gestita da lui e dal fratello. Fidanzato da poco con una ragazza Cubana decide di comprare casa, i genitori non vedono di buon occhio questa ragazza e quindi decidono di non aiutare finanziariamente Alberto. Inizia a girare per agenzie immobiliari e la maggior parte di esse lo portano a vedere delle case terribili con tanti lavori da fare o poste al quinto piano senza ascensore o semi interrate ma purtroppo il budget in tasca era limitato a poche migliaia di euro, poiché vivendo da cicala fino ad ora non aveva risparmiato molto.

Un bel giorno un’agente immobiliare con il pelo sullo stomaco gli propone di “forzare” la sua situazione finanziaria modificando il suo reddito per accedere ad un Mutuo che gli consentisse di acquisire un’immobile di loro gradimento. Gli ignari fidanzatini consegnarono tutti i documenti reddituali ad un broker presentato dall’agenzia che come per magia raddoppiò i redditi consentendo ai ragazzi di fare un mutuo di 200 Mila euro con una rata di quasi mille euro al mese, l’agente immobiliare intanto gli trova un’immobile in un paese di periferia con due camere due bagni un grande box, AFFARE FATTO!! senza soffermarsi sulle particolari condizioni del condominio, (ERRORE MADORNALE) ma poi in seguito capirai cosa voglio dirti. Finalmente arriva il grande giorno, si va dal notaio, sin dal primo momento dovevano capire che qualcosa non andava in quanto una settimana prima di firmare li chiamò il broker dicendogli di scusarsi ma che per ottenere il mutuo la banca avrebbe avuto la necessità di un garante, mossi da compassione i genitori di Alberto si convinsero a firmare una fideiussione. Il giorno dell’atto, altra sorpresa, la rata del mutuo non era più di 1000 euro bensì di 1100 euro, il costo del notaio mai preventivato risucchia tutte le riserve dei ragazzi, a tal punto che il loro fantomatico agente immobiliare gli fa fare dei post datati per saldare le altre spese. Tu dirai, finalmente casa comprata, tutti felici e invece no, l’incubo era appena iniziato, in scala.

  • Spese straordinarie del condominio di circa 5000 euro
  • Impianto idrosanitario non a norma ( caldaia da sostituire )
  • Casa svuotata dai mobili (promessi dai venditori ma mai contrattualizzati)
  • Rata mutuo variabile anziché fissa come pattuito e in continuo aumento

Per non far mancare nulla, proprio vicino al loro negozio, apre un grande supermercato che nel giro di poco tempo li fa chiudere e il povero Alberto a questo punto non riesce più a sostenere il peso del mutuo, anche perché si separa e si trova da solo ad affrontare questo problema. Passa il tempo e la banca gli pignora la casa, e purtroppo avendo firmato da garanti i genitori, oltre all’immobile ipotecato coinvolge anche i beni dei genitori. Alberto mosso dalla disperazione prova a vendere il suo immobile da solo, non riuscendoci si rivolge a molte agenzie immobiliari, la maggior parte conoscendo la situazione non prende neanche in considerazione l’ipotesi di vendere l’immobile, un giorno un caro amico di Alberto incontrandolo li consiglia di andare da B Studio Immobiliare dove ha appena comprato casa e si è trovato benissimo, titubante decide di parlare con questa ennesima agenzia ignaro del fatto che gli salverà la vita. Questa storia purtroppo è vera, e veramente Alberto ha pensato di chiudere questa storia drasticamente, ma grazie allo staff di B Studio Immobiliare, è riuscito a vendere l’immobile, a chiudere tutti i debiti creati con le banche, fornitori ecc., e oggi Alberto può pensare a vivere una vita serena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui