La storia di Walter e Claudia

La storia di Walter e Claudia è una storia comune che molto spesso si ripete ma la gente pare abbia vergogna e paura nel raccontare, perché si parla di persone a cui hai dato i risparmi di una vita, a cui hai riposto la fiducia a cui hai chiesto aiuto nel momento del bisogno ma che purtroppo non hai ricevuto, in questa storia parliamo delle banche.

0
350

La storia di Walter e Claudia è una storia comune che molto spesso si ripete ma la gente pare abbia vergogna e paura nel raccontare, perché si parla di persone a cui hai dato i risparmi di una vita, a cui hai riposto la fiducia a cui hai chiesto aiuto nel momento del bisogno ma che purtroppo non hai ricevuto, in questa storia parliamo delle banche. Claudia e Walter sono una giovane coppia, Claudia 25 anni e Walter 28 anni dopo gli studi decisero di andare a lavorare e quindi già da qualche anno, lei come impiegata in un’ufficio a tempo indeterminato part-time, mentre Walter dopo molti anni di esperienza come cuoco decise di fermarsi in un albergo sul lago come chef con un contratto stagionale molto ben remunerato ma pur sempre un contatto stagionale. Soltanto chi vive il mondo alberghiero-ricettivo sa cosa intendo dire, contratti che danno poche certezze, che hanno una durata massima di qualche mese e che per la maggior parte degli istituti di credito non danno nessun tipo di garanzia. Dopo alcuni anni in affitto decisero di prendere al balzo l’occasione che gli si propose, il proprietario di casa gli offri l’immobile dove risiedevano in quanto doveva monetizzare per poter comprare un negozio alla figlia. Purtroppo non avendo molti risparmi e sentendo le rispettive banche che gli chiesero oltre che i contratti a tempo indeterminato, un garante, una base almeno del 20% del valore dell’immobile, soldi per le spese e una fettina di rene, dovettero rinunciare all’acquisto. Si misero, quindi, alla ricerca di un nuovo appartamento in affitto; “apriti cielo” la scelta andava tra l’appartamento della nonna, con sofà e credenza tipica anni quaranta, oppure appartamenti con umidità livello Polinesia con serramenti monovetro che d’inverno per scaldarli ti bruci tutto lo stipendio in bollette. Un giorno passeggiando in città entrarono in B Studio Immobiliare e alla domanda di Claudia “avete un appartamento in affitto?” contrariamente a tutte le altre volte si sentì rispondere “perché state cercando una casa in affitto? vi va di fare un’analisi finanziaria con uno dei venditori per sapere se potete acquistarlo?”, dopo un minimo di titubanza accettarono l’invito e furono sorpresi da ciò che gli dissero, in base alle valutazioni fatte avrebbero potuto comprare casa, come? Grazie alle conoscenze e all’esperienza dello staff di B Studio immobiliare gli indicarono la strada e soprattutto la banca che avrebbe potuto finanziarli, una banca che considera i contratti atipici, tipo quelli a tempo determinato o stagionali e attivando il fondo CONSAP gli concessero l’erogazione del mutuo fino al 100%. Una volta ottenuto la delibera del mutuo sono riusciti a trovare la casa dei loro sogni dove vivono tutt’oggi, grazie allo staff di B Studio immobiliare hanno realizzato il loro desiderio di avere una casa. Questa è una storia che può servire da lezione a tante persone che si fermano davanti al primo ostacolo, bisogna perseverare, cercare un consulente che ti possa indicare la strada corretta per raggiungere il tuo traguardo. Affidati ai professionisti di B Studio immobiliare, sapranno sicuramente darti il giusto consiglio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui